Open Fields e i GOI al convegno “Il Sistema Agro-Alimentare dell’Emilia-Romagna – Presentazione del Rapporto 2016” e alla tavola rotonda “Verso la nuova Politica Agricola Comune”

Open Fields ha partecipato al convegno “Il Sistema Agro-Alimentare dell’Emilia-Romagna – Presentazione del Rapporto 2016” e alla tavola rotonda “Verso la nuova Politica Agricola Comune”, tenutosi a Bologna lo scorso 6 giugno.  Il rapporto consente annualmente di puntualizzare e discutere della situazione agricola regionale, con dati costantemente aggiornati. Tra i relatori anche Roberto Ranieri, che ha portato la nostra testimonianza in merito alla gestione di Gruppi Operativi per l’Innovazione (GOI).

Di seguito è possibile scaricare il programma dell’evento e le slide presentate dai relatori.

Presentazione del rapporto 2016, di Roberto Fanfani (Università di Bologna);

PAC e sostegno della domanda, di Filippo Arfini (Università degli Studi di Parma);

Sostegno all’internazionalizzazione, di Guido Caselli (Unioncamere Emilia-Romagna);

Prospettive con l’e-commerce, di Roberto Ferretti (KPMG Advisory);

E-commerce nel prodotto fresco, di Claudio Mazzini (Coop Italia);

Sostegno all’innovazione nella PAC, di Roberto Ranieri (Open Fields).

ajaxmail ajaxmail-2

Open Fields partecipa a “Innovazione e conoscenza nello sviluppo rurale: a che punto siamo”

Si è tenuto oggi a Bari il convegno a conclusione del “Concorso di idee per l’innovazione per l’agricoltura del Sud” promosso dal MIPAAF nell’ambito della Rete Rurale Nazionale 2014-2020, che seleziona e premia le proposte ritenute più utili a risolvere problematiche emergenti dell’agricoltura meridionale.

Il convegno ha offerto la possibilità di discussione sugli interventi dei Programmi di Sviluppo Rurale e del MIPAAF in ambito europeo ed italiano a sostegno della diffusione della conoscenza, con particolare riferimento al Partenariato Europeo per l’Innovazione “produttività e sostenibilità dell’agricoltura” (PEI-AGRI).

I partecipanti si sono confrontati su opportunità ed ostacoli legati all’organizzazione di Gruppi Operativi del PEI volti allo sviluppo e diffusione di soluzioni innovative nei territori rurali; presente anche Open Fields con Roberto Ranieri, che ha portato testimonianza dell’esperienza di Open Fields nell’organizzazione e gestione di Gruppi Operativi di Innovazione nella regione Emilia Romagna.

Trovi qui il programma dell’evento.

photo_2017-05-17_14-38-04

Controllo biologico dei batteri fitopatogeni dell’Actinidia

Un interessante articolo è stato pubblicato sul “Journal of Plant Disease and Protection” dai ricercatori del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) dell’Università della Tuscia e del Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie (SVeB) dell’Università di Ferrara (A. Rossetti et al., 2017).

Lo studio, dal titolo “Microparticles containing gallic and ellagic acids for the biological control of bacterial diseases of kiwifruit plants“, riguarda lo sviluppo di metodi di controllo biologico mediante l’impiego di sostanze di origine vegetale, per il contenimento di batteri fitopatogeni dell’Actinidia spp.

Approfondimenti anche qui e qui.

Grano gluten free? Le innovazioni della ricerca italiana

Sono stati pubblicati gli atti del convegno “Grano gluten free? Le innovazioni della ricerca italiana”.

Il volume è a cura di: Silvia Folloni, Roberto Ranieri ed Ercole Borasio.

L’intero documento è scaricabile qui oppure è possibile richiedere una copia cartacea facendo specifica richiesta scritta all’Accademia Nazionale di Agricoltura.

Agricoltura di Precisione e Sostenibilità

Il 7 dicembre si terrà presso l’Auditorium dell’Università di Parma, un incontro dedicato all’agricoltura di precisione e alle esperienze di successo nel settore pubblico, privato e nel mondo accademico. Roberto Ranieri proporrà un intervento focalizzato sui bisogni del settore agro-alimentare in relazione all’agricoltura di precisione.

E’ possibile scaricare il programma cliccando qui di seguito: programma 7 dic 16

APERTE LE ISCRIZIONI AI COACHING DI OPEN FIELDS

Sono aperte le iscrizioni ai coaching erogati da Open Fields. I coaching sono per l’80% finanziati dal PSR Regione Emilia-Romagna, solo il restante 20% è a carico dell’Azienda Agricola.

DA OGGI INNOVARE IN AZIENDA AGRICOLA E’ PIU’ SEMPLICE!

I coaching affronteranno i temi dell’ innovazione e miglioramento dell’efficienza aziendale, del miglioramento dell’accesso ai mercati e della posizione commerciale, dell’analisi dei costi, della progettazione PSR etc. sia per Aziende Biologiche che per Aziende Convenzionali.

I coaching inizieranno a partire da gennaio 2017, con tempistiche che definiremo insieme: per info COACHING Open Fields 2017 ; iscrizioni su catalogoverdeparma.it

Open Fields a EIMA 2016

Il 10 novembre Open Fields ha partecipato al convegno “PSR e PEI, nuove opportunità per le imprese agricole e per l’agrobusiness che innova” organizzato da Edagricole – Terra e Vita nell’ambito di EIMA 2016.

Roberto Ranieri ha dedicato il suo intervento all’innovation brokerage nel sistema agro-industriale.

E’ possibile scaricare la sua presentazione nella sezione “Documenti”.

IMG-20161115-WA0000

SOiLUTION per l’agricoltura conservativa

SOiLUTION

Il 5 Settembre 2016 si è tenuto presso la sede di Open Fields a Collecchio (Pr) il kick off meeting del Progetto SOiLUTION, progetto che vede anche la partecipazione del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali Sostenibili, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, del Consorzio Futuro In Ricerca, dell’Azienda Agraria Sperimentale Stuard S.c.r.l, dell’Azienda Sperimentale Vittorio Tadini, di Agriform e di tre aziende agricole del Parmense e del Piacentino.

Il Piano SOiLUTION si propone di mettere a punto sistemi colturali conservativi in aree agricole marginali per contrastare erosione e la conseguente diminuzione di fertilità.

Le finalità del Piano sono l’identificazione e la diffusione di agrosistemi competitivi, sostenibili ed economicamente vantaggiosi rispetto a quelli convenzionali, per le aziende agricole e per gli operatori delle zone di montagna e di collina, attraverso la riduzione dell’erosione, l’aumento fertilità dei suoli, e l’adozione di innovativi strumenti tecnologici.

Visitate il sito del progetto www.soilution.it

Bio2: si inizia!

Bio2
Il 1 ottobre 2016 Open Fields ha dato l’avvio a Bio2, il progetto biennale che vede coinvolti anche l’Università degli Studi di Parma (UNIPR), Agriform Scarl (ente di formazione), Molino Grassi spa, Azienda Agraria Sperimentale Stuard e cinque aziende agricole con sede in zone montane o di alta collina nelle province di Parma e Reggio Emilia. Il gruppo operativo si propone di favorire la competitività di aree tradizionalmente marginali puntando sul biologico e sulla straordinaria biodiversità dei nostri grani antichi.

Durante i due anni di progetto verranno testate e individuate le combinazioni di genotipi antichi che coltivati in miscuglio in regime biologico nello stesso appezzamento, saranno in grado di avere la miglior prestazione in termini di resa in campo e la più idonea predisposizione alla prima e seconda trasformazione. A livello tecnologico, verranno caratterizzati i miscugli e le varietà pure che li compongono, verrà rilevata l’eventuale presenza di micotossine contaminanti, verrà analizzato il contenuto di micro e macro elementi (vitamine del gruppo B, acidi fenolici, fibre). Dalle farine ottenute, ci si propone di sviluppare prodotti finiti salutistici e funzionali, previa verifica della loro qualità nutrizionale e di alcuni effetti sulla salute (quali la accessibilità dei nutrienti in vitro, curva glicemica, insulina.

Stiamo lavorando alla costruzione del sito www.bioalquadrato.it, utile fonte per notizie ed approfondimenti

Open Fields e l’Accademia Nazionale di Agricoltura

invito

Nell’ambito della rassegna “I Successi nel Piatto” organizzata dall’Accademia Nazionale di Agricoltura, Roberto Ranieri parteciperà all’incontro “I Successi della Tecnologia Alimentare fra Qualità e Prezzo”. Introduzione di Giorgio Cantelli Forti, Presidente dell’Accademia.

Giovedì 20 ottobre, ore 17, Sala conferenze, Ordine dei Farmacisti, via Garibaldi 3, Bologna.