Open Fields, consulente del Gal del Ducato, moderatore del workshop che si terrà durante l’evento “Una montagna di imprese”

Il prossimo 16 marzo a Ferriere si terrà l’evento “Una montagna di imprese. Valorizzare e promuovere il territorio appenninico attraverso l’innovazione nelle imprese e la creazione di nuova imprenditorialità”.

Durante l’evento verrà condotto un workshop progettuale moderato da Open Fields e dall’Università Cattolica quali consulenti del Gal del Ducato e da Confcooperative.

Qui il dettaglio del programma.

Trailer ufficiale di Bio2

Pillole di Bio2 nel trailer ufficiale del progetto!

Presto pubblicheremo anche l’intero cortometraggio; nel frattempo, vi ricordiamo che tutti i video e le riprese con drone dei campi sperimentali sono disponibili anche sul nostro canale YouTube!

Bio2 si racconta agli incontri formativi organizzati dal GAL Prealpi e Dolomiti sul bando Misura 16: Innovare e cooperare nelle aree rurali

Il GAL Prealpi e Dolomiti in collaborazione con la Rete Rurale Nazionale, organizza tre incontri informativi sul tema dell’innovazione per illustrare le opportunità offerte dal Bando Misura 16 finalizzato a sostenere e stimolare l’innovazione in campo agricolo.

Tra i relatori anche Open Fields, che parteciperà all’incontro previsto il prossimo 28 febbraio avente il tema “Visibilità europea e Disseminazione dei risultati”. In tale occasione presenteremo il progetto Bio2, porteremo la nostra testimonianza in merito alla gestione di Gruppi Operativi per l’Innovazione finanziati dalla Misura 16, condivideremo obiettivi e strategie del progetto allo scopo di sottolineare l’importanza di una diffusione efficace delle informazioni e dei risultati affinché si possa raggiungere il massimo impatto scientifico e divulgativo, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei risultati ottenuti e renderli fruibili a tutti i territori e imprese dell’Europa che si confrontano con problematiche simili.

Qui potete scaricare la locandina ed il programma completo del ciclo di incontri.

EIP-AGRI Workshop “Innovation in the supply chain: creating value together”

Open Fields con Bio2 ha partecipato al workshop organizzato dall’EIP-AGRI “Innovation in the supply chain: creating value together” tenutosi a Lione il 6 e 7 febbraio 2018.

Il workshop ha dato la possibilità ai Gruppi Operativi europei che lavorano per fare innovazione nella supply chain alimentare, di condividere informazioni, successi, individuare sfide e potenziali soluzioni e instaurare contatti attraverso una tematica di innovazione condivisa.

20180206_130638 20180206_092309 20180206_140949 20180206_141008

Il Tritordeum® presentato al convegno AISTEC “I CEREALI per un sistema agroalimentare di qualità”

22-24 novembre 2017

Al Convegno AISTEC “I cereali per un sistema agroalimentare di qualità”, la prof. Giovanna Visioli, del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università degli studi di Parma ed il Dott. Marco Spaggiari, del Dipartimento di Scienze degli alimenti e del Farmaco dell’Università degli studi di Parma hanno presentato un poster sul Tritordeum®. Si tratta un nuovo cereale ottenuto per incrocio naturale tra grano duro e orzo selvatico (Triticum turgidum var. durum  Desf. + Hordeum chilense Roem. & Schult.), originato circa 40 anni fa da un processo analogo a quelli che avvengono da millenni in natura, ma per opera dell’uomo (CSIC-IAS).

Le analisi svolte su campioni di Tritordeum®, frumento tenero e frumento duro portano alla conclusione che “il Tritordeum®, combinando la qualità nutrizionale dell’orzo alla qualità tecnologica del frumento duro, può essere considerato una valida alternativa al frumento per la produzione di pasta, pane ed altri prodotti. Presenta buone potenzialità per l’impiego in agricoltura biologica, sia con le varietà originarie (Aucan e Bulel), sia con le nuove varietà attualmente oggetto di sperimentazione”.

immagine-convegno

Al link seguente è possibile scaricare il poster:

aistec_2017_poster_def

Roberto&Aster

ASTER, nel suo ruolo di “acceleratore dell’innovazione” in regione, coordina le Rete Alta Tecnologia dell’Emilia – Romagna per promuovere un modello di sviluppo delle competenze e garantire un’offerta di ricerca sul territorio in grado di corrispondere alle richieste di innovazione tecnologica delle imprese.

Roberto, nel video realizzato per ASTER, racconta di Open Fields, della nostra idea di Innovazione e dell’incontro con la Rete Alta Tecnologia dell’Emilia – Romagna attraverso il laboratorio SITEIA.

Un interessante progetto di dottorato

Open Fields collabora con il Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell’Università degli Studi di Parma ad un progetto di dottorato che, attraverso la caratterizzazione dei co-prodotti della prima lavorazione dei cereali (frumento tenero, duro, farri, turanico), del mais (giallo e bianco) e del riso, ha l’obiettivo di sviluppare competenze volte ad interpretare le nuove esigenze della filiera cerealicola per garantire una maggiore competitività e sostenibilità nella garanzia di sicurezza e qualità.

Marco Spaggiari, nell’ambito di questo programma di dottorato multi-disciplinare, studia i composti bioattivi dei co-prodotti della prima lavorazione dei cereali ed il loro effetto sulla salute, compresi gli aspetti di salubrità e qualità.

Marco ha già brillantemente presentato i primi risultati partecipando a convegni internazionali e si è già aggiudicato ben due riconoscimenti per i poster realizzati!

Di seguito potete trovare alcuni esempi del suo ottimo lavoro.

spaggiari-foto