Joint Point Project dell’Università di Verona

Il 7 Marzo 2015 Open Fields ha partecipato all’iniziativa proposta dal Joint Point Project dell’Università di Verona per la presentazione del nuovo Bando 2015. Il Joint Point Project nasce con l’obiettivo principale di unire Università, Impresa e Territorio in progetti di ricerca collaborativa, allo scopo di incentivare, attraverso risorse derivanti dal bilancio universitario, la realizzazione di iniziative di ricerca di base, ricerca industriale e sviluppo precompetitivo di interesse sia per l’Università che per le aziende, gli enti e le altre realtà territoriali.  Open Fields dal 2014 è coinvolta attivamente con la Prof.ssa Antonella Furini (dipartimento di Biotecnologie, Università di Verona) nello studio di differenti varietà di Triticum monococcum per la valutazione della tossicità delle α-gliadine e degli eventuali effetti protettivi delle ω-gliadine in esso contenute;  l’obiettivo finale è la prototipazione di prodotti alimentari innovativi idonei al consumo da parte di soggetti sensibili al glutine.

Presentazione JP2015

“Durum Wheat: Chemistry and Technology”: un testo fondamentale sul grano duro

E’ stata pubblicata la seconda edizione del libro “Durum Wheat: Chemistry and Technology” edito da Michael J. Sissons, Marina Carcea, Brian Marchylo, and Joel Abecassis . Questo testo, scritto dai massimi esperti nel campo, rappresenta la fonte più completa ed esaustiva sulla chimica e tecnologia del grano duro. Roberto Ranieri ha contribuito scrivendo il capitolo intitolato “Marketing perspectives in the durum wheat trade”.