News

La Festa “d’la Tomàca” va in città

Venerdì 30 in Piazza Garibaldi e sabato 31 agosto al Podere Stuard, per scoprire e gustare uno dei più appassionanti “frutti” della nostra terra: il pomodoro.

pomodori

La terza edizione de “La Festa d’la Tomàca” si presenta in versione allargata con una due giorni a tutto “pomodoro”.
Grazie al patrocinio e alla co-organizzazione del Comune di Parma, l’evento prevede un’anteprima in città venerdì 30 agosto dalle ore 17, sotto i Portici del Grano con una mostra pomologica e la degustazione delle tante varietà di pomodori antichi coltivati presso l’Azienda Agraria Sperimentale Stuard.
La “festa” vera e propria si svolgerà sabato 31 agosto dalle ore 18 in azienda per conoscere il pomodoro della biodiversità, i metodi di coltivazione e i valori nutrizionali. E’ prevista una biciclettata accompagnata, dal centro di Parma all’Azienda Stuard, lungo un percorso ciclabile: il ritrovo è fissato alle 17:30 in Piazza Garibaldi.
L’evento prevede la classica mostra pomologica (circa 100 varietà!), un percorso sensoriale, la visita ai campi e a seguire una ricca degustazione guidata a base di antiche varietà di pomodoro, prodotti del territorio e vini naturali, musica dal vivo, giochi a squadre e altre sorprese all’insegna “d’la tomàca”.

PROGRAMMA
VENERDI’ 30 AGOSTO
Piazza Garibaldi, Portici del Grano – dalle 17:00
– Esposizione delle varietà antiche di pomodoro coltivate in azienda.
– Percorso sensoriale gustoso, colorato e saporito.
– Piccola degustazione con bruschette e succo di pomodoro.
A cura di Cristina Piazza, agronomo ed esperto di agricoltura biologica e biodiversità, Roberta Mell, appassionata e produttrice di antiche varietà di pomodoro dal mondo.

SABATO 31 AGOSTO
Podere Stuard, San Pancrazio – dalle 18:00 (ritrovo in Piazza Garibaldi alle 17:30 per chi arriva in bici)
– Esposizione delle varietà antiche di pomodoro coltivate in azienda, rappresentative della biodiversità del territorio. Cenni sulle tecniche di coltura e sulle proprietà nutritive, approfondimento sulla differenza tra produzione biologica e integrata e storie dal mondo.
A cura di Cristina Piazza, agronomo ed esperto di agricoltura biologica e biodiversità, Roberta Mell, appassionata e produttrice di antiche varietà di pomodoro dal mondo.

– Seguirà una breve visita ai campi nell’ambito del progetto PACMAn
– Percorso sensoriale sul pomodoro con degustazione finale a cura dell’associazione “Lunigianarborea” (per piccoli gruppi, su prenotazione € 3,00 a persona).

– Dalle ore 19,00 la degustazione:
Aperitivo con succo di pomodoro e “patate alla Brava”
Bruschetta ai pomodori
Caprese colorata a Km0
Riccioli di farro
Quiche ai pomodori
Focaccia Arlecchina di grani antichi
Pomodorini ripieni con ricotta ed erbe
Pomodori e cipolle alla griglia
Insalata di “cuore” di bue
Crostatine di pomodori verdi e rossi
Pere al vino e mezzelune di melone
Acqua
Vini naturali e birra in bottiglia e alla mescita.

– A seguire PomoMiss per il pomodoro più bello e buono, “Giochi senza Podere” per concludere la serata in allegria (partecipazione ai giochi attiva o da supporter): Tiro alla lattina, Pomo D’Adamo, La Piramide, Lancio del pomodoro maturo (Fil Rouge), Pomo Canestro, Spremi e vai, Pesca Rossa, Il Cucchiaino. Tutti i pomodori usati per i giochi verranno trasformati in concime. Nessuno spreco!

– Premiazione della squadra vincente con “buoni d’acquisto” presso l’Emporio.

La serata sarà allietata dai giovanissimi musicisti dell’orchestra Bambolbì.
Gradito l’abito rosso.

Articoli correlati

FROM SEED TO PASTA 2022